DiavoloRosso

Cultura – Spettacolo – Solidarietà / prenotazioni 3385400518 / 3477935323

In breve

DIAVOLO ROSSO di Asti è una associazione senza scopo di lucro che offre spettacolo, arti e cultura stando sul mercato e destinando gli utili a nuove attività e a progetti di solidarietà

BYE NIGHT

maggio 19th, 2017

Serata di libero dibattito sulle potenzialità inespresse nel settore dell’ intrattenimento culturale e ricreativo della nostra città.
Da una breve ricerca anagrafica risultano circa 13000 residenti compresi nella fascia di età 20-40 anni: il nostro scopo è interrogarci su quali aspetti devono intervenire gli addetti ai lavori e l’ammministrazione affinche Asti sia resa più attrattiva per i propri cittadini; individuando risorse e criticità cercheremo di proporre soluzioni per iniziare a tracciare un percorso comune di crescita.

Giovedì 18 maggio l’associazione Kollaps propone al Diavolo Rosso una lezione spettacolare già ospitata nell’edizione 2016 di Artissima a Torino: una narrazione arricchita di suoni e proiezioni in cui si intersecano tre città – tre gradi di separazione – e tre vite di artisti: Modigliani e Parigi, Frida e Città del Messico, Warhol e New York. Una lezione spettacolare, appunto.
Le Incredibili Storie “Storytelling” è un progetto nato nel 2011 come sorta di “Lezione spettacolare” incentrata sul tema della biografia di artisti famosi che hanno fatto non soltanto della loro arte ma della loro vita stessa un’esperienza spettacolare e narrativamente affascinante.
In questi incontri vengono rivissute vite straordinarie unendo racconto, immagini, musica per assaporare quei momenti della storia e dell’arte in cui genio, bellezza e passione sono stati così intensi da trascendere la loro epoca per arrivare sino a noi.
“Le incredibili storie” è a cura di Serena Fumero con la collaborazione di Marco Ferrari per la ricerca e dove necessario l’esecuzione musicale.
INGRESSO UP TO YOU

Tre dischi e tanti concerti, apprezzamenti notevoli da parte della critica e ottimi riscontri di pubblico. Questo e molto altro è Pablo e il mare, quintetto folk/pop che ruota intorno alla figura del cantautore Paolo Antonelli.
“Respiro” è il terzo disco della band torinese, autentico scrigno pop in cui spunti dalla vena cantautorale convivono con melodie a presa rapida.  Dieci brani che alternano flash urbani a istantanee rubate a stazioni balneari fuori stagione, un diario di viaggio per chi è pronto a salpare alla scoperta di mari lontani.
L’album è stato registrato e mixato da Luca Martinasso al Powerlight Studio (Cumiana – TO), con la produzione artistica di Pablo e Il Mare ed Enrico Fornatto .

BIO
Pablo e il mare è il progetto che ruota intorno alla figura del cantautore torinese Paolo Antonelli, un quintetto dal sound acustico e contaminato che ha riscosso consensi nel corso degli anni, tanto nel mondo della canzone d’autore quanto in quello legato alla scena indipendente nostrana. Il nome di Pablo e il mare balza alle cronache nel 2005 con la vittoria del premio “Rock Targato Italia”. Parallelamente a questo riconoscimento, la band prende parte ad alcuni importanti festival tra i quali Aritmia Mediterranea (BA), Tavagnasco Rock (TO), Sconcerti (MI) e Colonia Sonora (TO). Sul fronte discografico, Pablo e il mare partecipa a numerose compilation dedicate al panorama indipendente e nel 2006 pubblica il proprio esordio discografico “Onde”, accolto positivamente dalla critica specializzata. Alla pubblicazione dell’album segue un lungo tour di sessanta date, al termine delle quali il progetto ferma temporaneamente la sua attività. Nel 2009 Pablo e il mare cambia pelle, scegliendo la via della canzone e la forma acustica. La band raccoglie consensi in nuovi contesti: prende parte alla storica prima edizione di Collisioni, suona a Lubiana (SLO) sul palco del Kranfest e figura nel cast di “Spaziale Festival (TO). Nel 2011 pubblica “Miramòr” (Blumusica/IMD, 2011). Il tour di Miramòr prende il via sul grande palco della Festa di Liberazione (in apertura di Subsonica e Niccolo Fabi) e si snoda lungo lo stivale per i due anni successivi, toccando piccoli e grandi palchi da Aosta a Catanzaro. Nel 2014 Pablo e il mare comincia a lavorare al suo terzo album “Respiro”, prodotto da Enrico Fornatto.
Il disco è stato realizzato grazie a una riuscita campagna di crowdfunding sul portale Musicraiser.
Pablo e il mare sono: Paolo Antonelli (voce, cori, chitarra acustica e classica), Marco Ostellino (batteria, percussioni), Andrea Ferraris (pianoforte e sintetizzatori), Francesco Coppotelli (violino), Fabrizio “Brisiu” Cerutti (basso elettrico e contrabbasso).

La band formatasi nel 2013 prende il nome dal noto album dei Beatles pubblicato nel 1965. Giunta nel 2016 alla formazione attuale, i musicisti hanno esperienze di studio differenti: dal canto lirico al jazz, passando per la canzone d’autore. Un autentico spettacolo live fatto anche di aneddoti e di performances musicali spettacolari, come il repertorio richiede.

DJ Andrea Margiotta selezionerà tutto il meglio del genere che sta imperversando in giro per il mondo, filtrato dal suo gusto personale, dalla approfondita conoscenza delle origini del jazz del blues
Electro-Swing, Swing-Hop ed Electro-Blues, in consolle un “mostro sacro” del Diavolo Rosso… per una serata tutta da ballare!
———————————————————————————–
DJ MARGIOTTA
Ballroom Jazz, ElectroSwing, Soul, Funk, R&B, 50s-60s, Tropical, Remixes, produzioni in vinile a 33 e 45 giri.
A luglio 2016 esce il remix del brano “Hard Luck” per la cantante swing-jazz canadese Tia Brazda ed il riscontro nelle radio internazionali è ottimo: è un classico nelle playlist di “Beat Connection” di Francesco Adinolfi su Radio 1 Rai e nel “Craig Charles Funk & Soul Show” su BBC Radio 6 Music!

https://m.soundcloud.com/tia-brazda/hard-luck-dj-margiotta-remix

www.facebook.com/djmargiotta
www.facebook.com/MargiottaDanceClub

Dopo il grande successo del Living in the 80s al Diavolo Rosso…
Living in the 90s!
Sabato 13 Maggio al Diavolo Rosso dj Osy e dj Epicure selezioneranno le migliori hit degli anni 90 per farvi ballare e ricordare i favolosi anni 90!
Si inizia dal l’aperitivo e si termina alle 01.00!
Quindi vi aspettiamo numerosi già dalle 20 per mangiare bere e poi iniziare le danze!

Wecare Onlus presenta: THE IMPROBABLE SMALL ORCHESTRA + CEROT MINI BAND live
Serata di beneficienza – Ingresso: offerta libera
Il ricavato della serata sarà destinato all’acquisto di uno sterilizzatore per l’Ospedale Giovanni XXIII di Aber – Uganda.
Wecare Onlus nasce durante un momento conviviale tra buoni amici che si chiedevano cosa potessero fare di concreto per aiutare il prossimo. Tutte le idee sono state raccolte e incanalate in una associazione di beneficenza attiva nel sociale con una chiara vocazione medica e di assistenza all’infanzia.
Wecare Onlus pone la massima attenzione al fatto che gli interventi siano di sicuro e notevole impatto, oltre che su realtà di disagio sociale e carenza di assistenza sanitaria, anche a sostegno della formazione dei giovani e, soprattutto, possano realizzarsi in tempi certi, con pieno impiego delle risorse e verifica dei risultati raggiunti.
Dal 2003 ad oggi, la Wecare Onlus ha raccolto più di seicentomila euro che ha destinato a diversi interventi :quali – per citarne alcuni – verso un campo profughi di cristiani siriani in Libano e sul territorio ugandese il mantenimento agli studi di giovani studenti in medicina , la fornitura d attrezzature mediche ( laboratorio analisi ) presso l’Ospedale di Matany, la costruzione di case per i maestri e l’ampliamento della locale scuola presso la missione di Matany, la ristrutturazione di un edificio della scuola per bambini ipovedenti di Ngetta Lira e l’invio di un container con attrezzatura medica per l’allestimento di una sala operatoria e letti ospedalieri per le camere di degenza nell’ospedale materno infantile di Aber ( progetti ampiamente descritti ed illustrati sul sito www.wecare_onlus.org ) .
Il progetto adesso in pista è l’acquisto e l’invio di una macchina sterilizzatrice, destinata al reparto materno – infantile dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Aber: il prezzo di tale macchinario è di euro 15.000,00 circa ai quali saranno poi da aggiungere i costi necessari alla spedizione.

Bugo riprende la sua avventura live con una serie di appuntamenti che lo vedranno impegnato con un incredibile spettacolo in acustico. Nei concerti il cantautore ripercorrerà, chitarra e voce, le canzoni più rappresentative dei suoi 17 anni di carriera solista, dagli esordi fino ai brani dell’ultimo lavoro discografico “Nessuna scala da Salire” come “Me la Godo” e il nuovo singolo “Nei tuoi sogni”.
“Nessuna scala da Salire” raccoglie 12 tracce che confermano come Bugo sia uno degli artisti più interessanti della scena contemporanea italiana.
La tournée è una produzione Massimo Levantini per Live Nation, per tutte le info: www.livenation.it, info line: 02 53006501.
http://bugo.me/tour
Nuovo album NESSUNA SCALA DA SALIRE, pubblicato il 15 aprile 2016 in CD, vinile e digitale.
https://carosellorecords.lnk.to/NessunaScalaDaSalire

SOLOTUNDRA, dopo una gestazione lunga 26 anni, nasce ad Asti nel 2011 dalla testa di Andrea Anania, che suona da sempre ma non si era mai sentito pronto per dare vita a un progetto tutto suo. Il bisogno di uscire allo scoperto lo porta alla pubblicazione, nel 2013, di What We Did Last Winter, un debutto in piena filosofia DIY e lo-fi che trasuda tutto il suo amore per la tradizione musicale nord americana e per il songwriting.
Banjo e chitarre acustiche incontrano voci, distorsioni e ottoni, per raccontare sogni di evasione, amore e morte. Giacomo Stella (batteria) e Edoardo Accornero (fiati) sono i due amici e musicisti che affiancano Andrea (voci, cordofoni) per le registrazioni, mentre sul palco il disco è presentato in versione one-man band, con chitarre, percussioni a pedale e tanto, tanto sudore.  Tra il 2011 e il 2015 Solotundra ha aperto i concerti di Zen Circus, I Cani, Vadoinmessico, Marco Notari, The Sleeping Tree e altri ancora; ha suonato qua e là in Italia (soprattutto in Piemonte e Lazio), ma anche in Svizzera e in Canada, paese dove è andato a cercare ispirazione per qualche tempo. Il 2015 è l’anno di Live Music, Dead People, album realizzato con un approccio più metodico, avvalendosi di un vero studio di registrazione e della professionalità di Andrea Bergesio (Mambassa, Marco Notari, Eskinzo, Losburla…). L’ approccio alt-folk e le atmosfere sognanti del primo disco lasciano il posto alle chitarre elettriche, alle batterie distorte, a una bizzarra miscela di blues, rock e pop. Un disco dalle influenze black, alla ricerca di un equilibrio tra l’adozione degli schemi, dei metodi, e il proseguimento di un percorso musicale personale.
Solotundra odia dover dare spiegazioni e cercare di dare un nome a quello che fa,  direbbe solo che ama i Kinks, i negroni, il frisbee e la Vespa.

Ingresso Up to you

La musica dei Fireplaces attinge principalmente dal folk roots rock americano ma dimostra anche chiare influenze blues, tra tradizione popolare d’oltre oceano e british invasion: i Fireplaces propongono brani propri ma anche traditional folk americani e reinterpretano brani di Bruce Springsteen, Neil Young, Rolling Stones, Tom Petty, Bob Dylan, Beatles, America, John Fogerty e altri ancora.

Domenica 7 maggio alle 18 presso il Diavolo Rosso!
Sarà un laboratorio esperienziale per ripercorrere la storia del vermouth attraverso un racconto per immagini, scoprendo antichi documenti e curiosi aneddoti e preparandosi alla degustazione di ottimi vermouth. I partecipanti saranno i guidati a “fare” il proprio vermouth: a disposizione di ciascuno ci saranno vino biologico, zucchero, erbe e tinture, oltre alle istruzioni per poter preparare da sé un rosso, un bianco o un ambrato da portare poi a casa in un’elegante bottiglia. A condurre la degustazione sarà Fulvio Piccinino, maestro del settore impegnato in progetti di ricerca e rivalutazione del vermouth e in seminari per la diffusione di una consapevole e sana cultura del bere.
Prenotazione obbligatoria all’e-mail: vinissage@comune.asti.it. (minimo 15 – massimo 40 persone)
Costo € 20,00