DiavoloRosso

Cultura – Spettacolo – Solidarietà / prenotazioni 3385400518 / 3477935323

In breve

DIAVOLO ROSSO di Asti è una associazione senza scopo di lucro che offre spettacolo, arti e cultura stando sul mercato e destinando gli utili a nuove attività e a progetti di solidarietà

Casablanca
Casablanca è la ragione sociale che riunisce quattro artisti da tempo sulle scene: produttori, musicisti, protagonisti in vari progetti dai Deasonika a Mannarino passando per Mario Venuti e approdando ai Rezophonic, Max Zanotti, Giovanni Pinizzotto, Stefano Facchi e Filippo Dellinferno lanciano la sfida agli ascolti e alla critica con una nuova band dal sound perso tra gli anni ’70 e i ’90 che mira a recuperare una linea Rock/Stoner spesso abbandonata e messa da parte dalla scena musicale italiana.
Basso, voce, batteria e due chitarre, melodie vocali niente male e sonorità graffianti: un mix da non perdere.
Al Diavolo Rosso presentano l’omonimo esordio che vuole essere sinonimo di rivoluzione interiore ma soprattutto esteriore ed è su questo filo conduttore che i quattro veterani della scena indie (e non solo) italiana danno voce a un pop rock misto di elettronica e di rabbia: si torna indietro di anni con le chitarre e le forme stilistiche lasciate randagie, si torna indietro con quel valore aggiunto che si chiama anima ed emozionalità.

Il Rebus
l progetto nasce nel 2008 a Como con l’idea di reinterpretare in maniera personale alcune cover per poi dedicarsi alla produzione di brani inediti dal 2010.
Nel mese di ottobre del 2011 viene presentato il video di “Vuoti a Rendere”, brano che anticipa l’uscita del loro primo lavoro in studio. Il 2012 infatti si apre con la presentazione della prima produzione “Il rebus Ep” al Tambourine di Seregno.
Nel 2013 Il Rebus collabora con Filadelfo Castro alla realizzazione di un CD singolo di 3 brani seguito dall’uscita di un nuovo video del singolo “Scie” presentato sempre al Tambourine di Seregno.
In questi anni la band si è esibita su importanti palchi lombardi: Teatro Sociale di Como, Carroponte a Sesto San Giovanni, ARCI Tambourine a Seregno, Il Circolo di Mariano Comense, Honky Tonky a Seregno, All’una e trentacinque circa a Cantù, Arena del Teatro Sociale di Como.
Ha inoltre aperto i concerti di: Le Luci della Centrale Elettrica, Niccolò Carnesi, Tommy e gli Onesti Cittadini, Sulutumana, Luf, Biglietto per l’Inferno Folk, Alessandro Raina, Max Zanotti, Edda.
Il 5 dicembre 2014 esce il singolo “Avere trent’anni” che precede l’uscita del disco “A cosa stai pensando?” nato dalla collaborazione con Max Zanotti, le cui sonorità sanno di cantautorato ed atmosfere sospese ma anche dirette e incisive.
Il Rebus è un viaggio nell’attualità di un’Italia dove la memoria è sempre più a breve termine, dove le parole vengono usate per non dire più che per dire, dove la forma è tutto a scapito di una sostanza sminuita e spogliata dell’essenziale.

Leave a Reply