DiavoloRosso

Cultura – Spettacolo – Solidarietà / prenotazioni 3385400518 / 3477935323

In breve

DIAVOLO ROSSO di Asti è una associazione senza scopo di lucro che offre spettacolo, arti e cultura stando sul mercato e destinando gli utili a nuove attività e a progetti di solidarietà

Secondo appuntamento di Indi(e)avolato Silent Show Domenica 1 Marzo al Diavolo Rosso
Confermata la formula: 2 artisti sul palco (o altrove, a loro stessa discrezione) in versione totalmente acustica. Ad esibirsi questa volta non più due cantautori ma due band, i Med in Itali e il Circolo Lehmann. I primi dopo un tour di 60 concerti nel 2013 tornano al Diavolo con brani del loro “Coltivare Piante Grasse” più qualche novità appena registrata, i secondi proporranno invece brani di quello che sarà il loro disco d’esordio in uscita nel 2015.
Un concerto completamente a nudo, senza amplificazione, come la regola di questo nuovo show Indi(e)avolato impone, per far fronte ai problemi legati a decibel del Diavolo Rosso senza rinunciare a proporre contenuti culturali proseguendo con la programmazione. Ad accompagnare la serata un aperitivo a buffet a partire dalle 19.
MED IN ITALI
I Med In Itali nascono nel 2007 dalle menti e le mani di Niccolò Maffei e Matteo Bessone e si possono definire un progetto che trova il proprio fulcro nella contaminazione di generi: le sonorità sono principalmente rock, ma addolcite e scaldate dalla chitarra acustica e dal sax e insaporite da ritmiche jazz-funk ricercate. Nati come buskers (artisti di strada) sulle strade di Dublino, di ritorno in Italia i Med In Itali trovano la propria formazione definitiva con chitarra acustica, sax, batteria e basso. Nel 2008 incidono il primo demo-tape, “Soluzione al Tempo”, che ottiene un ottimo riscontro da parte di numerose fanzine online e permette al gruppo di accedere ad importanti concorsi. Il brano “Soluzione al tempo” viene premiato come canzone della settimana su Kataweb e “Svanita Paura” inserito nella mixtape di Rockol. Nell’estate dello stesso anno vincono la settima edizione di Torino Sotterranea, acquisendo così la possibilità di aprire il Traffic Free Festival, e accedono alle fasi finali del 3dContest, che gli offre l’opportunità di condividere il palco con Niccolò Fabi (Mokadelic) e Morgan. Nell’Aprile del 2010 presentano il secondo lavoro e prima pubblicazione ufficiale per l’etichetta Hertz Brigade Records: “Bruco EP”. Accolto ottimamente dalla critica, il sound del disco e il forte impatto live portano i Med In Itali nell’estate del 2010 sui palchi di Collisioni Festival, Indi(e)avolato Fest, Atellana, Upload e ad aprire i concerti di Moltheni, Marta sui Tubi, Roberto Angelini, LnRipley, 2Pigeons, Enrico Capuano e molti altri. Dopo una lunga serie di concerti (oltre 100 in due anni) alla fine del 2011, i Med In Itali entrano nuovamente in studio per dedicarsi alle registrazioni del primo LP, uscito l’11 settembre 2012 per Libellula Music e accolto molto bene da tutta la stampa specializzata e generalista. Nell’anno successivo all’uscita dell’album la band esegue un tour di oltre 70 date in tutta Italia (tra i palchi anche il prestigioso Auditorium di Roma per Generazione XL e quello del Premio Lunezia in qualità di ospiti). Nel 2013 e 2014 la band continua il lungo tour arrivando in tutto a più di 100 concerti. Nel 2014 la band ha iniziato le registrazioni del secondo disco la cui uscita è prevista nel 2015.
CIRCOLO LEHMANN
Il Circolo Lehmann è un’indie/folk/psychedelic rock band, composta da tre musicisti: Ghego Zola (voce, chitarre, piano), Pax Caterisano (batteria, percussioni) e Lorenzo Serra (basso, chitarre, tastiere, sax tenore).
A loro si è aggiunto lo scrittore Marco Magnone per i testi. Il nome rende omaggio a “Il signor Lehmann”, libro cult del 2001 del tedesco Sven Regener, leader della band Element of Crime, che racconta la paradossale epopea della Kreuzberg di fine anni Ottanta. Il suo sguardo surreale, ancora attualissimo a ogni latitudine, ha ispirato il mood della band

Leave a Reply