DiavoloRosso

Cultura – Spettacolo – Solidarietà / prenotazioni 3385400518 / 3477935323

In breve

DIAVOLO ROSSO di Asti è una associazione senza scopo di lucro che offre spettacolo, arti e cultura stando sul mercato e destinando gli utili a nuove attività e a progetti di solidarietà

I Rubin Red nascono ad Asti il 6 Gennaio del 2011. Sono un power trio rock con influenze di Jimi Hendrix, Zz top, Cream, Richie Kotzen, Gary Moore Rolling Stones, brani inediti ecc..

Hanno aperto due volte al gruppo di Ligabue gli L7, la prima volta il 2 Settembre 2011 ad Aramengo “La notte delle Chitarre” e la seconda al Teatro Alfieri di Asti il 16 Marzo 2012.
Nell’estate del 2012 partecipano al festival di Aramengo e si aggiudicano il primo premio più premio speciale (migliore band astigiana) dalla provincia di Asti. Grazie a questa vittoria stanno registrando il loro secondo album presso la casa discografica “Aenima Recordings” ed uscirà nella primavera- estate 2013. Opening band anche per Alberto Radius, chitarrista di Lucio Battisti e della Formula 3 al Teatro Alfieri di Asti (9 marzo 2013) A maggio del 2013 si aggiudicano il 3 posto più premio “Dracma Records” al San Jorio Festival 2013, presidente di giuria Luca Jurman. Nel luglio 2013 partecipano al famosissimo festival di “Moncalvo Notti Blues 2013″.
Vantano di oltre 100 date da inizio carriera

Sul palco del Diavolo Rosso, i Desidia presentano il nuovo album “Niente Canzoni D’Amore”.
“In queste canzoni dimorano fantasmi. Carcasse e relitti che affiorano dall’inchiostro di Carver, Bukowsky, Burroughs, Kerouac. E noi ad osservare, sull’orlo del precipizio, il deformato riflesso della nostra essenza”.
Il suono dei Desidia e’ caratterizzato da frammenti provenienti in ordine sparso, dal rock anni ’70 alla psichedelia, dalle atmosfere piu’ scure, al grunge. Questo e’ l’immaginario surreale che il gruppo confeziona, attraverso l’uso di testi criptici ed evocativi, che guardano in modo piu’ o meno esplicito all’esperienza espressionista.

Ingresso gratuito

www.desidia.org

Indi(e)Avolato Dj Set
Visual by Officine Kaplan
Fire performance by LosnaFire ( Gioco e Animazione in Movimento Ass.ne GAM)
Kollaps Arts corner
Astigiani corner
Festival Asti Teatro corner

Drinks, cocktails and more…

Il Diavolo Rosso chiude la programmazione stagionale con una festa che coinvolgerà tutte le realtà che gravitano attorno al locale astigiano. Una serata dalle mille forme e dai mille colori che rispetterà a pieno la filosofia del Diavolo Rosso, il locale in cui da 17 anni tutti sono i benvenuti.
Officine Kaplan si occuperà delle visuals mentre la selezione musicale sarà a cura di Indi(e)avolato. il main event della serata verrà invece offerto dall’associazione Gam, protagonista sarà Losna Fire, con una performance di danza col fuoco che lascerà tutti a bocca aperta.
Presenzieranno alla serata con speciali corner dedicati altri amici speciali e partner del Diavolo Rosso: l’associazione Kollaps, la rivista Astigiani e Asti Teatro.
Lo staff del Diavolo sarà ovviamente parte integrante della festa, per salutare ringraziare ed abbracciare un’ultima volta prima dell’estate il suo bellissimo e prezioso pubblico!

LOSNA FIRE
Losna ( traducibile come “fulmine” in dialetto piemontese ) si forma a livello artistico nell’area biellese attraverso collaborazioni con vari gruppi di diverse forme artistiche ( dalla danza, alla rievocazione storica, alla giocoleria ).
Dall’anno 1997 , membro attivo di un’associazione culturale, organizza eventi nell’ambito delle feste celtiche e medievali, fondando un gruppo di sole donne chiamato “Ysengarda” , dove venivano proposte danze e coreografie riguardanti il lato magico delle tradizioni medievali con spettacoli sulla stregoneria e la magia.
Dopo dieci anni di attività, con esibizioni in diverse piazze e palchi, il gruppo si scioglie. Da questo momento in poi, cresce sempre più la passione per la giocoleria e l’attrazione verso l’elemento fuoco. Collabora con il gruppo “Fate Mascarie per due anni, dopodiché, Michela dall’estate del 2010 inizia il suo percorso solista che si concentrerà in esibizioni col fuoco e fachirismo, col nome d’arte “Losna Fire”.
Frequenta corsi di giocoleria a Biella e Torino, e nel 2012 inizia a frequentare corsi e stage di danza orientale. Appassionata all’antica arte della Filosofia dello Yoga, svolge tutt’ora ricerche .
La sua esperienza l’ha portata ad esibirsi in festival di artisti di strada, feste medievali e celtiche, notti bianche, feste private, festival musicali, discoteche e locali, mostre, sfilate di moda.

BYE NIGHT

maggio 19th, 2017

Serata di libero dibattito sulle potenzialità inespresse nel settore dell’ intrattenimento culturale e ricreativo della nostra città.
Da una breve ricerca anagrafica risultano circa 13000 residenti compresi nella fascia di età 20-40 anni: il nostro scopo è interrogarci su quali aspetti devono intervenire gli addetti ai lavori e l’ammministrazione affinche Asti sia resa più attrattiva per i propri cittadini; individuando risorse e criticità cercheremo di proporre soluzioni per iniziare a tracciare un percorso comune di crescita.

Giovedì 18 maggio l’associazione Kollaps propone al Diavolo Rosso una lezione spettacolare già ospitata nell’edizione 2016 di Artissima a Torino: una narrazione arricchita di suoni e proiezioni in cui si intersecano tre città – tre gradi di separazione – e tre vite di artisti: Modigliani e Parigi, Frida e Città del Messico, Warhol e New York. Una lezione spettacolare, appunto.
Le Incredibili Storie “Storytelling” è un progetto nato nel 2011 come sorta di “Lezione spettacolare” incentrata sul tema della biografia di artisti famosi che hanno fatto non soltanto della loro arte ma della loro vita stessa un’esperienza spettacolare e narrativamente affascinante.
In questi incontri vengono rivissute vite straordinarie unendo racconto, immagini, musica per assaporare quei momenti della storia e dell’arte in cui genio, bellezza e passione sono stati così intensi da trascendere la loro epoca per arrivare sino a noi.
“Le incredibili storie” è a cura di Serena Fumero con la collaborazione di Marco Ferrari per la ricerca e dove necessario l’esecuzione musicale.
INGRESSO UP TO YOU

Tre dischi e tanti concerti, apprezzamenti notevoli da parte della critica e ottimi riscontri di pubblico. Questo e molto altro è Pablo e il mare, quintetto folk/pop che ruota intorno alla figura del cantautore Paolo Antonelli.
“Respiro” è il terzo disco della band torinese, autentico scrigno pop in cui spunti dalla vena cantautorale convivono con melodie a presa rapida.  Dieci brani che alternano flash urbani a istantanee rubate a stazioni balneari fuori stagione, un diario di viaggio per chi è pronto a salpare alla scoperta di mari lontani.
L’album è stato registrato e mixato da Luca Martinasso al Powerlight Studio (Cumiana – TO), con la produzione artistica di Pablo e Il Mare ed Enrico Fornatto .

BIO
Pablo e il mare è il progetto che ruota intorno alla figura del cantautore torinese Paolo Antonelli, un quintetto dal sound acustico e contaminato che ha riscosso consensi nel corso degli anni, tanto nel mondo della canzone d’autore quanto in quello legato alla scena indipendente nostrana. Il nome di Pablo e il mare balza alle cronache nel 2005 con la vittoria del premio “Rock Targato Italia”. Parallelamente a questo riconoscimento, la band prende parte ad alcuni importanti festival tra i quali Aritmia Mediterranea (BA), Tavagnasco Rock (TO), Sconcerti (MI) e Colonia Sonora (TO). Sul fronte discografico, Pablo e il mare partecipa a numerose compilation dedicate al panorama indipendente e nel 2006 pubblica il proprio esordio discografico “Onde”, accolto positivamente dalla critica specializzata. Alla pubblicazione dell’album segue un lungo tour di sessanta date, al termine delle quali il progetto ferma temporaneamente la sua attività. Nel 2009 Pablo e il mare cambia pelle, scegliendo la via della canzone e la forma acustica. La band raccoglie consensi in nuovi contesti: prende parte alla storica prima edizione di Collisioni, suona a Lubiana (SLO) sul palco del Kranfest e figura nel cast di “Spaziale Festival (TO). Nel 2011 pubblica “Miramòr” (Blumusica/IMD, 2011). Il tour di Miramòr prende il via sul grande palco della Festa di Liberazione (in apertura di Subsonica e Niccolo Fabi) e si snoda lungo lo stivale per i due anni successivi, toccando piccoli e grandi palchi da Aosta a Catanzaro. Nel 2014 Pablo e il mare comincia a lavorare al suo terzo album “Respiro”, prodotto da Enrico Fornatto.
Il disco è stato realizzato grazie a una riuscita campagna di crowdfunding sul portale Musicraiser.
Pablo e il mare sono: Paolo Antonelli (voce, cori, chitarra acustica e classica), Marco Ostellino (batteria, percussioni), Andrea Ferraris (pianoforte e sintetizzatori), Francesco Coppotelli (violino), Fabrizio “Brisiu” Cerutti (basso elettrico e contrabbasso).

La band formatasi nel 2013 prende il nome dal noto album dei Beatles pubblicato nel 1965. Giunta nel 2016 alla formazione attuale, i musicisti hanno esperienze di studio differenti: dal canto lirico al jazz, passando per la canzone d’autore. Un autentico spettacolo live fatto anche di aneddoti e di performances musicali spettacolari, come il repertorio richiede.

DJ Andrea Margiotta selezionerà tutto il meglio del genere che sta imperversando in giro per il mondo, filtrato dal suo gusto personale, dalla approfondita conoscenza delle origini del jazz del blues
Electro-Swing, Swing-Hop ed Electro-Blues, in consolle un “mostro sacro” del Diavolo Rosso… per una serata tutta da ballare!
———————————————————————————–
DJ MARGIOTTA
Ballroom Jazz, ElectroSwing, Soul, Funk, R&B, 50s-60s, Tropical, Remixes, produzioni in vinile a 33 e 45 giri.
A luglio 2016 esce il remix del brano “Hard Luck” per la cantante swing-jazz canadese Tia Brazda ed il riscontro nelle radio internazionali è ottimo: è un classico nelle playlist di “Beat Connection” di Francesco Adinolfi su Radio 1 Rai e nel “Craig Charles Funk & Soul Show” su BBC Radio 6 Music!

https://m.soundcloud.com/tia-brazda/hard-luck-dj-margiotta-remix

www.facebook.com/djmargiotta
www.facebook.com/MargiottaDanceClub

Dopo il grande successo del Living in the 80s al Diavolo Rosso…
Living in the 90s!
Sabato 13 Maggio al Diavolo Rosso dj Osy e dj Epicure selezioneranno le migliori hit degli anni 90 per farvi ballare e ricordare i favolosi anni 90!
Si inizia dal l’aperitivo e si termina alle 01.00!
Quindi vi aspettiamo numerosi già dalle 20 per mangiare bere e poi iniziare le danze!

Wecare Onlus presenta: THE IMPROBABLE SMALL ORCHESTRA + CEROT MINI BAND live
Serata di beneficienza – Ingresso: offerta libera
Il ricavato della serata sarà destinato all’acquisto di uno sterilizzatore per l’Ospedale Giovanni XXIII di Aber – Uganda.
Wecare Onlus nasce durante un momento conviviale tra buoni amici che si chiedevano cosa potessero fare di concreto per aiutare il prossimo. Tutte le idee sono state raccolte e incanalate in una associazione di beneficenza attiva nel sociale con una chiara vocazione medica e di assistenza all’infanzia.
Wecare Onlus pone la massima attenzione al fatto che gli interventi siano di sicuro e notevole impatto, oltre che su realtà di disagio sociale e carenza di assistenza sanitaria, anche a sostegno della formazione dei giovani e, soprattutto, possano realizzarsi in tempi certi, con pieno impiego delle risorse e verifica dei risultati raggiunti.
Dal 2003 ad oggi, la Wecare Onlus ha raccolto più di seicentomila euro che ha destinato a diversi interventi :quali – per citarne alcuni – verso un campo profughi di cristiani siriani in Libano e sul territorio ugandese il mantenimento agli studi di giovani studenti in medicina , la fornitura d attrezzature mediche ( laboratorio analisi ) presso l’Ospedale di Matany, la costruzione di case per i maestri e l’ampliamento della locale scuola presso la missione di Matany, la ristrutturazione di un edificio della scuola per bambini ipovedenti di Ngetta Lira e l’invio di un container con attrezzatura medica per l’allestimento di una sala operatoria e letti ospedalieri per le camere di degenza nell’ospedale materno infantile di Aber ( progetti ampiamente descritti ed illustrati sul sito www.wecare_onlus.org ) .
Il progetto adesso in pista è l’acquisto e l’invio di una macchina sterilizzatrice, destinata al reparto materno – infantile dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Aber: il prezzo di tale macchinario è di euro 15.000,00 circa ai quali saranno poi da aggiungere i costi necessari alla spedizione.