DiavoloRosso

Cultura – Spettacolo – Solidarietà / prenotazioni 3385400518 / 3477935323

In breve

DIAVOLO ROSSO di Asti è una associazione senza scopo di lucro che offre spettacolo, arti e cultura stando sul mercato e destinando gli utili a nuove attività e a progetti di solidarietà

Follia Nuda è un progetto cantautorale nato da Nicolò Zanettin precisamente a Govone(CN) nell’ottobre del 2015. Iniziano a trovarsi Nicolò,Gianluca e Pietro e pongono le basi del gruppo.Dopo qualche mese di assestamento la band raggiunge la sua formazione definitiva con l’aggiunta di Gioele Malvicino al basso e Amedeo Viglino alla batteria.Le canzoni nascono da testi e musiche di Nicolò Zanettin e vengono arrangiate dagli altri membri del gruppo.
La musica di questi cinque “folli” amici ha influenze che spaziano dallo swing italiano anni sessanta fino al pop dei giorni nostri,senza tralasciare la musica da ballo e delle balere piemontesi.
Hanno da poco finito di incidere il loro primo EP “Mille Ragnatele”,titolo della loro prima composizione.

Diecicento35 sono sei ragazzi di Mirafiori Sud che amano il loro quartiere al punto di avere scelto come nome il codice di avviamento postale della loro zona.
Suonano Pop/rock in Italiano e nel 2016 pubblicano il loro primo album ufficiale “Il PIANO B” (AUTOPRODOTTO).
Dopo un tour ricco di successi culminato con il concerto torinese a Hiroshima Mon Amour, i Diecicento35 arrivano in finale al concorso FIAT Music, ideato da Fiat e Red Ronnie partecipando all’ultima messa in onda dell’ultima puntata del Roxy bar.
Si aggiudicano con il loro terzo singolo “La Primaveravolta” il titolo di band “Just Discovered” su MTV New Generation
Ad aprile 2017 partecipano come ospiti ad Edicola Fiore, IN ONDA SU SKY UNO E TV8 , programma mattutino condotto da Fiorello.

www.diecicento35.com

LA SCIMMIA NUDA
Il progetto nasce nel 2015 dall’incontro tra musicisti provenienti da band del territorio. Il trio sviluppa un suono che attinge dal bagaglio musicale di ognuno, trovando una propria amalgama. Si guarda al pop e al rock alternativo inglese, al grunge americano, al cantautorato italiano e alla nuova psichedelia. Si cerca la forma canzone, mantenendosi aperti alla sperimentazione sonora.
Facebook: https://www.facebook.com/La-Scimmia-Nuda-1546503585674663/

ARTEMISIA
Gli Artemisia si formano dalle ceneri di loro stessi in un freddo inverno astigiano, caratterizzato da acciacchi fisici, pessimismo e fastidi.
Fanno rock e scrivono pezzi sognanti, impegnati e talvolta demenziali.
Le loro mani possono essere piuma o “fero” ma una cosa è certa: vi piegheranno in due, colpendovi nelle viscere.
Gli Artemisia sono Patrizia, Lorenzo e Flavio.
Gli Artemisia sono uniti.
Gli Artemisia non hanno leader.

In attività dal 2010, con la pubblicazione di Espresso e L’Album di Natale la band ha saputo farsi conoscere e apprezzare, incontrando un favore crescente di pubblico e critica locali. Complice di questo successo un’intensa attività live che l’ha portata a suonare in tutti i principali club delle province di Cuneo e Torino e a condividere il palco con decine di gruppi più e meno noti (Punkreas, Nadàr Solo, Fratelli di Soledad, The Slaiver, Kaleidoscopic, Cibo, Ruggine, What a Funk?!, Cani Sciorrì, Deian e lorsoglabro e altri). La release di Ammazzacaffè, il primo full-length – uscito il 2 aprile 2014, prodotto in collaborazione con Scatti Vorticosi Records, Tanto di Cappello Records e Vollmer Industries e registrato, mixato e masterizzato al Mam Recording Studio da Riccardo Parravicini – ha esteso ulteriormente la risonanza della band e il tour per la sua promozione ha contribuito a consolidarne il credito nell’underground cuneese e ad aumentare anche al di fuori della Granda l’interesse nei confronti del gruppo (da segnalare un live con Bologna Violenta e Surgical Beat Bros a Lucca, uno in apertura a I Ministri al Nuvolari di Cuneo e concerti a Brescia, Bergamo, Genova, Savona, Imperia, ecc.). Il 29 aprile 2016 La Macabra Moka è stata inoltre nominata Best Arezzo Wave band Piemonte 2016, dopo aver vinto la finale di Arezzo Wave band Piemonte / Stati Generali del Rock allo Spazio 211 di Torino. Mercoledì 22 marzo è uscito Tubo Catodico, il secondo album in studio, prodotto in collaborazione con Brigante Records & Productions, Dischi Bervisti, DreaminGorilla Records, Scatti Vorticosi Records, Tanto di Cappello Records e Vollmer Industries, registrato al Mam Recording Studio da Fabrizio Barale, mixato da Stefano Genta e masterizzato a La Maestà Studio da Giovanni Versari. Dieci nuove canzoni che mantengono tutto il tiro dell’album d’esordio, pur sommando alle sonorità rock, stoner e hardcore una maggior disparità ritmica à la post-rock e una sottile vena pop. Da aprile la band è impegnata in un tour per la promozione del disco che ha già fatto tappa a Torino, Cuneo, Brescia, Imperia, La Spezia, Arezzo, Asti, Massa, Como, Monza, passerà da Trento, Fermo, Brindisi, Potenza, Teramo, Prato, ecc. e proseguirà anche dopo l’estate almeno fino al 2018.

Gruppo musicale dell’Associazione Dusty Jazz .
Con una dichiarata impronta da band nata per animare le ballroom Lindy Hop durante le social dance night, la formazione con il suo repertorio riesce a coinvolgere anche platee di soli ascoltatori. Il sound molto particolare e ricco di ‘bounce’ trova la sua spiegazione nell’organico stesso della band,
poco usuale ma con una grande resa e insospettabili sonorità. Il quintetto è composto da: Alessandro Muner alla tromba, Dario Terzuolo al sax tenore, Giangiacomo Rosso e Gabriele Ferian alle chitarre e Gianmaria Ferrario al contrabbasso.
Volessimo trovare due generi che accomunano l’idea del gruppo potrebbe essere azzeccato il termine: West Coast Manouche.

Giovanissimo cantautore londinese in tour per la prima volta in Italia. La sua musica che combina trame strumentali complesse ma liricamente intime e ispirate, grazie ad un timbro limpido ed emozionante, nasce dall’ascolto di artisti come Damien Rice, Cat Stevens and Angel Olsen e dal meltin pot della capitale britannica.  Non fatevi ingannare dalla giovane età, la sua maturità artistica è sorprendendente e le sue performance live sono letteralmente da pelle d’oca.

Ingresso libero

Giovanni Succi è un artista colto ed eclettico, attivo sulla scena musicale italiana da circa un trentennio, protagonista di diversi progetti per i quali ha firmato l’intera discografia come autore (Bachi da Pietra, Madrigali Magri, La Morte…), caratterizzandoli ciascuno con una scrittura, una voce e una vena compositiva inconfondibili.

Il 22 settembre 2017 per La Tempesta Dischi è uscito “Con ghiaccio“, di fatto il primo disco di inediti pubblicato a nome Giovanni Succi, essendo stati i due precedenti – “Il conte di Kevenhüller” (Tarzan Rec., 2012) e “Lampi Per Macachi” (Wallace Rec./Audioglobe, 2014) – rivisitazioni di opere altrui: il primo una lettura per sola voce dell’ultima opera di Giorgio Caproni, il secondo un tributo personale a Paolo Conte, per diversi aspetti sui artisti di riferimento. Oggi per la prima volta dagli esordi Giovanni Succi presenta le sue canzoni nei panni di se stesso. Un nuovo inizio.

Torna al Diavolo Rosso per presentare il nuovo album “Door Girl” uscito il 22 settembre 2017 SHILPA RAY, una delle novità più prepotenti della scena rock-blues internazionale. La sua voce, un «lamento intriso di miele» (New York Times), è stata più volte paragonata a quella di mostri sacri del calibro di Patti Smith (di cui è stata opening act), PJ Harvey e Nico.
E’ Nick Cave a esserne stregato per primo: la vuole accanto a sé in tour, incide con lei e la spinge alla carriera solista producendo il suo primo EP “It’s All Self Fellatio” (2013).
Sul palco, accompagnata dalla sua band, Shilpa Ray è una presenza intensa, malinconica e selvaggia al tempo stesso. I movimenti del suo corpo, la sua voce perennemente in bilico fra seduzione e inquietudine, rapiscono il pubblico in un’esperienza indimenticabile, resa unica dal suono dell’harmonium indiano con cui si esibisce (l’unica artista nel panorama rock mondiale a servirsene), simbolo delle sue origini familiari e culturali.

Ingresso up to you

Follia Nuda è un progetto cantautorale nato da Nicolò Zanettin precisamente a Govone(CN) nell’ottobre del 2015. Iniziano a trovarsi Nicolò,Gianluca e Pietro e pongono le basi del gruppo.Dopo qualche mese di assestamento la band raggiunge la sua formazione definitiva con l’aggiunta di Gioele Malvicino al basso e Amedeo Viglino alla batteria.Le canzoni nascono da testi e musiche di Nicolò Zanettin e vengono arrangiate dagli altri membri del gruppo.
La musica di questi cinque “folli” amici ha influenze che spaziano dallo swing italiano anni sessanta fino al pop dei giorni nostri,senza tralasciare la musica da ballo e delle balere piemontesi.
Hanno da poco finito di incidere il loro primo EP “Mille Ragnatele”,titolo della loro prima composizione.

Ingresso libero

Nel 2012 pubblicano l’Ep Alba grazie al quale si esibiscono nell’ambito di Emersione Festival di spalla ai Tre Allegri Ragazzi
Morti (Premio Pagella Non Solo Rock), al Mei di Faenza e sul palco di _resetfestival ottenendo degli ottimi riscontri in termini di critica e pubblico.
Nel 2013 la band ha le carte in regola per affrontare palchi ancora più difficili ed è cosi che viene inserita nel calendario di Hiroshima Mon Amor, il palco torinese per eccellenza, dove dimostra di essere all’altezza della situazione e di avere un seguito non indifferente. La band infatti si esibisce di fronte ad una platea affollatissima e adorante.
Tra il 2014 e il 2015 i Dieceicento35 calcano i palchi di prestigiosi festival come il raduno ARCI nazionale “W il Live” (in apertura di Vasco Brondi e Massimo Zamboni), Miscela Rock Festival, Collisioni, Aria di Friuli dove si trovano a condividere il palco con artisti del calibro di Caparezza e Bob Dylan.
Spinti da nuovi ascolti e dalla consapevolezza di avere molto da dare al pubblico, nel 2015 entrano in studio per registrare il loro primo album ufficiale Il Piano B , pubblicato a giugno 2016.
Dopo un tour ricco di successi culminato con il concerto torinese a Hiroshima Mon Amour, a inizio dicembre, i Diecicento35 arrivano in finale al concorso Fiat Music, ideato da Fiat e Red Ronnie, e si aggiudicano con il loro terzo singolo La Primaveravolta il titolo di band “Just Discovered” su MTV New Generation
Ad aprile 2017 partecipano ad EDICOLA FIORE, IN ONDA SU SKY UNO E TV8 , programma condotto da Fiorello in coppia col giornalista di sky Meloccaro.
Sempre ad aprile 2017 arrivano tra i finalisti del 1next, per partecipare al concertone del 1° maggio di Roma.